Il mio libro del mese: “Il maestro e Margherita” di Mikhail Bulgakov

Leggere qualcosa che non sarei mai in grado non soltanto di scrivere, ma nemmeno di immaginare, fa bene alla salute, rende tutto piu’ leggero, superfluo. Un inno alla fantasia, al coraggio, alla padronanza assoluta della propria arte. Non me ne sono innamorato, solo perche’ impossibilitato a comprenderlo a fondo.

No Comments